Choreographic Collision 6

ENGLISH VERSION

CORPO A CORPO

LABORATORIO DI FORMAZIONE COREOGRAFICA
DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO

ELENCO DEI COREOGRAFI SELEZIONATI

Alice Bariselli (Bologna/Londra)
Lorenzo Capodieci (Trieste/CODARTS)
Rosario Catanese (Agrigento/Reggio Emilia)
Elena Jacinta (Riga/Londra)
Santina La Macchia (Messina/A.N.D.)
Erika Melli (Reggio Emilia)
Mersiha Mesihovic (Mostar/ Orebro (Svezia)
Reetu Patel (India)
Pietro Pireddu (Macomer/Firenze)
Gianluca Possidente (Cosenza/A.N.D.)
Martina Tavella (Enna/A.N.D.)

ELENCO DEI PARTECIPANTI AL LABORATORIO DI ANALISI CRITICA

Giulia Basaglia (Milano)
Sara Bonaventura (Treviso)
Alice Cannone (Roma)
Caris Ienco (Vinci/Bologna)
Simona Chiusolo (Roma)
Melissa Melpignano (San Donà/Lugano)
Peter Lesnik (Slovenia/Venezia)
Serena Piccoli (Padova)
Anna Pozzali (Cremona/Roma)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Choreographic Collision giunge alla sesta edizione e prosegue la sua attività di formazione coreografica arricchendosi di ulteriori proposte.
Il Progetto si realizza in stretto rapporto con le attività dell’8.Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia e prevede la partecipazione, attraverso un bando di selezione, di un gruppo di coreografi e di un gruppo di studenti/studiosi universitari nelle differenti aree della critica letteraria, musicale, delle arti visive e performative.

Dall’8 al 24 giugno 2012 tutti i partecipanti avranno l’opportunità di assistere a prove e spettacoli, di partecipare a workshop e a incontri con gli artisti che interverranno all’8.Festival Internazionale di Danza Contemporanea secondo un calendario prestabilito.

Due i workshop previsti esclusivamente per il percorso di ricerca e sperimentazione dei coreografi.

Docenti d’eccezione: ISMAEL IVO e SHOBANA JEYASINGH, coreografa indiana di fama internazionale attiva a Londra.

I coreografi saranno affiancati nelle loro attività dai partecipanti ad un Laboratorio di analisi critica – «REVIEWING THE PLURAL»: writing dance btwn the arts a cura di STEFANO TOMASSINI, destinato a studenti/studiosi universitari nelle differenti aree della critica letteraria, musicale, delle arti visive e performative, con la possibilità di trasformazione di questa attività in crediti formativi grazie alla collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

<<La coreografia è un mistero. C’è la necessità di dare ai futuri artisti la possibilità di crescere.
Choreographic Collision è un percorso di formazione sotto forma di un intenso“ Laboratorio di idee coreografiche”. È un’esperienza concreta per dare a tutti la possibilità di guardare la coreografia attraverso una molteplicità di angolazioni distinte. Essenzialmente si tratta di un esercizio attraverso cui “ l’invisibile diventa visibile ed esprimibile”. È un compito difficile e tuttavia una sfida da cui l’artista emergente non può esimersi.
I giovani artisti si pongono in primo piano quando arrivano a scoprire il proprio personale linguaggio e una propria identità. Ma un artista non può più essere considerato un fenomeno isolato, slegato dalla realtà che lo circonda.
Corpo a Corpo”:  perché nello stesso istante in cui si riflette sul rapido cambiamento del mondo contemporaneo, ci si confronta con la relazione tra le idee di vita, corpo e movimento.
Viviamo in un tempo in cui il corpo si definisce come “corpo politico” e come tale si muove fino a riscoprire il significato della parola “rivoluzione”. Che cosa s’intende con “rivoluzione della danza”? S’intende una visione personale che l’artista crea in risposta agli stimoli derivanti da una società in continuo movimento in tutti i suoi aspetti e valori culturali, morali e religiosi.
La danza produce una sorta di “urlo primordiale” che, nel tentativo di sopravvivere, fa un respiro profondo e produce movimento. Si tratta di un corso intensivo in cui si cerca  di stimolare la capacità di confrontare idee diverse per  elaborarle in materiale coreografico. Tutto ciò per fornire ai giovani coreografi gli strumenti di approfondimento necessari per sviluppare un proprio vocabolario, un’identità artistica che si ricolleghi a memorie collettive e a intuizioni personali.>> (ISMAEL IVO)

I coreografi che partecipano a Choreographic Collision potranno essere segnalati e promossi presso organizzazioni nazionali e internazionali di Festival e per il Progetto SUPPORTER DANZA a cura di Arteven – circuito teatrale regionale, per la valorizzazione dei giovani artisti e la loro segnalazione all’attenzione del pubblico, grazie all’opportunità di esibirsi, in una breve creazione coreografica, subito prima di ciascuno spettacolo della Stagione di danza in programmazione nella Regione Veneto.
Verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Calendario dei workshop:
SHOBANA JEYASINGH                  15-16-17 Giugno
ISMAEL IVO                                     11-12-21 Giugno

CONTATTI:
email: choreo.collision@alice.it
tel.: +39.041.978211
fax: +39.041.5241959

IDEAZIONE E ORGANIZZAZIONE
VIVIANA PALUCCI
MANOLA BETTIO

COORDINAMENTO
CARLA VIMERCATI

 SCARICA IL BANDO COREOGRAFI:

Regolamento / Regulations

Richiesta di Partecipazione (Solo per i coreografi) / Application Form (Only for Choreographers)

SCARICA IL BANDO STUDENTI UNIVERSITARI:

Regolamento / Regulations


“Danza. Altri spazi”

Carlo Presotto con alcune danzatrici - foto di Orlando Sinibaldi

Lo spazio della danza

Il nuovo progetto “Danza. Altri spazi” ideato e realizzato dall’Associazione DanzaVenezia in Veneto in collaborazione con Arteven-circuito teatrale regionale prosegue nel suo percorso di formazione con il modulo: Lo spazio della danza.
Questo Progetto nasce dalla necessità di stimolare nei giovani il gusto della danza attraverso l’incontro e il lavoro con professionisti del settore.
Dopo la positiva esperienza de Lo spazio della ricerca, che ha visto la partecipazione di tutti gli allievi ai due workshop tenuti rispettivamente da Armando Santin e MIchele Abbondanza, il Progetto prosegue con la preparazione dello spettacolo Fantastique con la regia di Carlo Presotto: una libera rielaborazione de “La Bottega Fantastica” su musiche di Rossini-Respighi appositamente adattate e messe in connesione dal musicista Michele Moi.

Lo spettacolo, che rientra nella rassegna del Teatro Ragazzi e di Danzare per Educare andrà in scena il 12 aprile 2012 presso il Teatro Toniolo di Mestre, il 14 aprile 2012 presso il Teatro Comunale di Vicenza e il 18 aprile 2012 presso il Teatro Comunale di Thiene.